Water Voice Assistent. Lanciata da Acea SpA

Azienda

ACEA è una delle principali multiutility italiane. Quotata in Borsa nel 1999, è attiva nella gestione e nello sviluppo di reti e servizi nei business dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente. Tra le attività: servizio idrico integrato, distribuzione di energia elettrica, illuminazione pubblica e artistica, vendita di energia elettrica e gas, produzione di energia principalmente da fonti rinnovabili, trattamento e valorizzazione dei rifiuti. ACEA è il primo operatore nazionale nel settore idrico con circa 9 milioni di abitanti serviti nel Lazio, Toscana, Umbria, Molise e Campania; tra i principali player italiani nella distribuzione di energia con circa 10 TWh di elettricità distribuita nella città di Roma e nella vendita di energia con circa 7 TWh di elettricità venduta. .È uno dei maggiori operatori in Italia nel settore ambiente con circa due milioni di tonnellate annue di rifiuti trattati. L’Azienda considera la sostenibilità come elemento strutturale delle proprie attività di business, per questo ha previsto nel Piano Industriale 2020–2024 investimenti pari a 2,1 miliardi di Euro per il raggiungimento di target di sostenibilità. tra i quali la riduzione delle emissioni diCO2 e l’utilizzo di energia verde.

Sfida Open Innovation  

Le utility posseggono delle informazioni che vengono trattenute all’interno dei propri gestionali e dalla cui condivisione con l’utente finale potrebbe trarre valore, creando nuovi modelli relazionali. La comunicazione chiara con l’utente finale rappresenta una leva fondamentale alla generazione di valore per le parti coinvolte, utente/azienda. Cavalcando l’onda di trend in forte espansione negli ultimi anni, tra cui le piattaforme di Prescriptive Customer Management e il mercato dei «Conversational System» (Chat Bot e Voice Assistant), si potrebbe immaginare di condividere tali informazioni attraverso tali sistemi, permettendo all’utente di accedere in qualsiasi momento a questo canale all’avanguardia. A titolo esemplificativo e non esaustivo si potrebbe richiedere all’assistente personale intelligente la scadenza della prossima fattura, il saldo conto, informazioni di contatto, informazioni per gestire richieste, inserire una autolettura, variare l’anagrafica, indirizzo di spedizione fattura ecc. Ciò avrebbe diversi riflessi positivi, tra cui l’efficientamento e la qualificazione del lavoro degli operatori commerciali su aree di maggior necessità di coinvolgimento operativo/intellettuale.

Contributo atteso

CCandidatura di soluzioni o di progetti relativi al target indicato, basandosi su competenze specifiche nell’ambito AI/ML/Big Data, sviluppo e utilizzo Chatbot e Voice Assistant già presenti e affermati sul mercato, possibilmente con competenze di dominio nell’ambito utilities.