Optimized Pressure Regulation. Lanciata da Acea SpA

Azienda

ACEA è una delle principali multiutility italiane. Quotata in Borsa nel 1999, è attiva nella gestione e nello sviluppo di reti e servizi nei business dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente. Tra le attività: servizio idrico integrato, distribuzione di energia elettrica, illuminazione pubblica e artistica, vendita di energia elettrica e gas, produzione di energia principalmente da fonti rinnovabili, trattamento e valorizzazione dei rifiuti. ACEA è il primo operatore nazionale nel settore idrico con circa 9 milioni di abitanti serviti nel Lazio, Toscana, Umbria, Molise e Campania; tra i principali player italiani nella distribuzione di energia con circa 10 TWh di elettricità distribuita nella città di Roma e nella vendita di energia con circa 7 TWh di elettricità venduta..È uno dei maggiori operatori in Italia nel settore ambiente con circa due milioni di tonnellate annue di rifiuti trattati. L’Azienda considera la sostenibilità come elemento strutturale delle proprie attività di business, per questo ha previsto nel Piano Industriale 2020–2024 investimenti pari a 2,1 miliardi di Euro per ilraggiungimento di target di sostenibilità. tra i quali la riduzione delle emissioni diCO2 e l’utilizzo di energia verde.

Sfida Open Innovation  

Nell’ottica della riduzione delle perdite idriche e, conseguentemente, dei consumi energetici, si può pensare ad un sistema di telecontrollo locale in grado di regolare in tempo reale ed in maniera adattativa, secondo la richiesta dell’utenza servita, le pressioni all’interno di un distretto alimentato direttamente da un sistema di sollevamento in rete. Il controllore, sfruttando le tecnologie e le potenzialità delle emergenti tecnologie IoT (Internet of Things) dovrà essere in grado di acquisire dati da sensori (pressioni o portate), installati in punti strategici della rete idrica (in corrispondenza, ad esempio, delle utenze più lontane o più sfavorite in quota altimetrica), adattando la regolazione delle elettropompe del sollevamento ai dati acquisiti. Il controllore potrà basarsi sul concetto di Digital Twin, per la modellazione della mappatura e degli andamenti delle pressioni La regolazione automatica è attuabile in locale dal dispositivo di controllo grazie ad un inverter che “adatta” il funzionamento delle elettropompe, senza peraltro sovraccaricare il Centro di Controllo, a cui viene demandata la sola funzione di supervisione ed eventualmente di intervento in caso di allarme per valori fuori scala.

Contributo atteso

Candidatura di soluzioni o di progetti relativi al target indicato, basandosi su competenze specifiche nell’ambito AI/ML/Big Data, IoT e sensoristica/attuazione industriale, possibilmente con competenze di dominio nell’ambito utilities.