Parte oggi la newsletter di Open Innovation Campania

Con cadenza quindicinale, sarai informato sulle principali novità della piattaforma di Open Innovation: notizie recenti, sfide pubblicate, nuove organizzazioni registrate e ultime innovazioni inserite in vetrina.

Tra le novità che vogliamo segnalarti:

  • LaMappa interattiva della rete Open Innovation– accessibile dalla tua dashboard – che in un unica visualizzazione ti permette di scoprire tutte le organizzazioni (PA, grandi imprese, fondazioni, PMI e startup) che hanno aderito alla piattaforma, con link alle loro schede e alle sfide lanciate.
  • La vetrina delle innovazioni si è sdoppiata, consentendo di dare maggior spazio e visibilità alle Soluzioni per la Ripartenza, innovazioni a supporto della gestione della crisi economica e sanitaria provocata dal COVID-19.

 

Campagna straordinaria di comunicazione per il “Made in Italy”: il 19 giugno parte la consultazione di mercato

Il Ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale ha affidato a ICE — Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane — la realizzazione di una campagna straordinaria di comunicazione per il “Made in Italy” volta a sostenere le esportazioni italiane e l’internazionalizzazione del sistema economico nel settore agroalimentare e negli altri settori colpiti dall’emergenza Covid-19.

Il valore complessivo degli acquisti relativi al programma è di 50 milioni di euro.

La consultazione di mercato prevede un primo incontro pubblico che si terrà il 19 giugno 2020. L’incontro si svolgerà tramite una piattaforma digitale, secondo le modalità tecniche in corso di pubblicazione su appaltiinnovativi.gov.it

La partecipazione è aperta a tutti gli operatori: imprese, università, centri di ricerca, enti del terzo settore, persone fisiche, previa trasmissione del modulo di iscrizione alla consultazione di mercato.

La campagna di comunicazione si pone i seguenti obiettivi:

  • rilanciare l’immagine dell’Italia con una vera e propria campagna di nation branding in grado di attrarre risorse, anche umane, ed investimenti;
  • sostenere le esportazioni italiane, attraverso il rilancio dei settori economici più colpiti dall’emergenza Covid-19 e ridare, al contempo, slancio al settore turistico;
  • ampliare e diversificare i mercati esteri di riferimento per le PMI italiane, in aggiunta ad un’azione di consolidamento della presenza del nostro export in quelli più tradizionali.

I primi destinatari della campagna di comunicazione saranno opinion leader, imprenditori, pubblico giovanile, consumatori ad alto potenziale, da differenziare Paese per Paese.

Città intelligenti, smart mobility & logistics: parte la consultazione di mercato

Città intelligenti, smart mobility & logistics
Prima giornata di consultazione di mercato online
15 giugno 2020 Ore 10:00

Apre la consultazione di mercato “Città intelligenti, smart mobility & logistics” organizzata nell’ambito del Programma Smarter Italy per presentare i fabbisogni di innovazione in materia di gestione dei trasporti e logistica, per una rapida ripresa dall’emergenza Covid-19 in un dialogo aperto che coinvolgerà grandi e piccole imprese, Startup, mondo della ricerca e dell’università, associazionismo e chiunque sia interessato a fornire un proprio contributo su

Il percorso di confronto tra la committenza e gli operatori, che inizierà il 15 giugno con un evento pubblico in modalità telematica, vedrà successivi momenti di approfondimento, calendarizzati ad opera della stazione appaltante, alternati a quelli richiesti dagli operatori, che potranno comunque fornire il loro contributo inviando quanto ritenuto opportuno alla casella di posta elettronica appaltinnovativi@agid.gov.it

Obiettivo è acquisire elementi utili per la preparazione della gara d’appalto di innovazione, con una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro, che sarà indetta nei prossimi mesi e pubblicata su Appaltinnovativi.gov, il portale nazionale degli appalti innovativi.

Per partecipare alla consultazione è necessario registrarsi qui.

Open NoiPA la Call4Innovation scade il 21 giugno

La Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione (DSII) – del Dipartimento dell’Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) lancia OpenNoiPACall4Innovation

Un’occasione per collaborare con #NoiPA e avere la possibilità di proporre la tua soluzione tecnologica per valorizzare un sistema che gestisce oltre 2.000.000 dipendenti di 90 Pubbliche Amministrazioni.

E’ possibile proporre una soluzione tecnologica e innovativa in ambito HR, Amministrativo e Data Management per innovare i servizi del catalogo di NoiPA e i processi sottostanti e proporre strumenti e servizi che valorizzino il patrimonio informativo di NoiPA.

Per scoprire tutti i verticali per soluzioni tecnologiche di frontiera e candidare la propria startup o pmi innovativa entro il 21 giugno click sul link bit.ly/f6sopenNoiPAcall4innovation

L’ecosistema digitale per la cultura della Campania è online

Pubblicazione in tempi record per la pubblicazione di una versione aggiornata – in progress – dell’Ecosistema digitale per la cultura della Campania, per consentire ai cittadini di poter già fruire di contenuti culturali “restando a casa”.

L’Ecosistema digitale per la cultura è la piattaforma concepita dalla Regione Campania che fornisce informazioni, tour virtuali, schede catalografiche, esperienze immersive ed altri servizi multimediali legati alle attività ed ai beni culturali presenti sul territorio regionale. Un luogo virtuale attraverso il quale è possibile accedere alla rappresentazione digitale del patrimonio custodito da alcuni enti pubblici e privati, come documenti d’archivio, libri antichi e moderni, monumenti, opere d’arte, scavi archeologici, risorse culturali del cinema, della musica e dello spettacolo rese fruibili in ambiente digitale.

Il portale Cultura Campania, raggiungibile al link cultura.regione.campania.it, anche attraverso il sito istituzionale della regione, è un hub attraverso il quale si accede alle sezioni e i servizi previsti. Oggi è possibile navigare on line sul territorio regionale attraverso esperienze immersive, voli da drone, ricostruzioni 3D e tour virtuali che mostrano, in una modalità innovativa, i luoghi e i beni culturali che ne fanno parte. Inoltre, sono stati selezionati dei percorsi di approfondimento tematico con collezioni che permettono a tutti gli utenti, già in questa fase, di esplorare schede di dettaglio relative ad una parte del patrimonio storico-artistico, architettonico e archeologico della Campania. In più, una mappa rende disponibili e consultabili informazioni catalografiche geolocalizzate.

Nell’ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania possono essere caricati materiali già digitalizzati secondo gli standard nazionali emanati dagli Istituti centrali del MIBACT e/o con determinate caratteristiche tecnologiche. E’ possibile chiedere informazioni e fare proposte inviando una mail a culturadigitale@regione.campania.it

COVID-19 Call for Proposals straordinaria CEI

La Central European Initiative (CEI) ha lanciato l’invito straordinario a presentare proposte per soddisfare le esigenze specifiche degli Stati membri in risposta all’epidemia globale causata dal COVID-19

Un budget totale di 600.000 euro – sostenuto da tutti gli Stati membri della CEI attraverso il Fondo di cooperazione CEI e dall’Italia attraverso il Programma di scambio di know-how nell’ambito del Fondo CEI presso la BERS – sarà assegnato per la concessione di proposte in tre aree di intervento:

  • Sanità e telemedicina (MED)
  • Istruzione ed e-learning / apprendimento a distanza (EDU)
  • Supporto alle micro, piccole e medie imprese (MSME)

A chi rivolto: gli enti pubblici e privati, le ONG con sede e registrati in uno Stato membro CEI e le organizzazioni internazionali / regionali possono richiedere una sovvenzione CEI fino al 100% del valore del loro progetto e fino a un importo massimo di 40.000 euro. Particolare attenzione verrà prestata ai paesi CEI di paesi terzi.

Scadenza 9 aprile 2020.

More info sulla pagina CEI dedicata.

 

#BuildforCOVID19: l’OMS lancia l’hackathon globale

Con l’hashtag #BuildforCOVID19 viene lanciato l’hackathon globale per contrastare il COVID-19 che prende il via il 26 marzo e si chiude il 30 marzo. A supportarlo, Facebook, Microsoft, Twitter, TikTok, WeChat, Pinterest, Slack e Giphy.

Una chiamata alle armi per gli sviluppatori di tutto il mondo per ideare e realizzare soluzioni software che abbiano un impatto sociale, con l’obiettivo di affrontare alcune delle sfide legate alla diffusione del coronavirus.

Sette le aree di interesse:

  • Salute – indirizzare e ridimensionare una serie di iniziative sanitarie, compresi i comportamenti di prevenzione / igiene (soprattutto per i paesi e le popolazioni a rischio), supporto agli operatori sanitari in prima linea, diffusione della telemedicina, strategie di tracciamento / contenimento dei contatti, sviluppo di trattamenti e diagnosi.
  • Segmenti di popolazione vulnerabili – l’insieme dei problemi che affliggono gli anziani e gli immuno-depressi, come l’accesso a pasti e generi alimentari e il sostegno a coloro che stanno perdendo lavoro e reddito.
  • Imprese – l’insieme di problemi che le aziende devono affrontare per rimanere a galla, collaborare efficacemente e spostare parti della propria attività sul digitale.
  • Comunità – promozione della connessione con amici, familiari e vicini per combattere l’isolamento sociale e la digitalizzazione dei servizi pubblici per i governi locali.
  • Istruzione – ambienti e strumenti di apprendimento alternativi per studenti, insegnanti e interi sistemi scolastici.
  • Intrattenimento – alternative alle forme di intrattenimento tradizionali che possono mantenere il talento e il pubblico sani e salvi.
  • Altro: i temi sopra riportati sono solo suggerimenti, gli organizzatori aspettano tutti i suggerimenti e le idee che possano essere utili in questo momento.

L’hackathon termina alle ore 9:00 del 30 marzo. La giuria proclamerà i progetti vincitori il 4 aprile.

ISCRIZIONE ALL’HACKATHON

Innovation Village Award: aperte le candidature fino al 25 febbraio

​Aperte le candidature per l ‘Innovation Village Award, che intende premiare gli innovatori che abbiano sviluppato tecnologie, prodotti o soluzioni già sul mercato, o comunque testate a un livello di prototipo, in grado contribuire al raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dall’Agenda Onu 2030. Numerosi i settori d’interesse, tra cui manifattura digitale e materiali, design, IT e IOT, beni culturali, salute, ambiente, agricoltura, mobilità, energia, blue growth e innovazione sociale.

Il premio è istituito nell’ambito della manifestazione Innovation Village – dal 26 al 28 marzo al Museo Nazionale di Pietrarsa –e sostenuto da Knowledge for Business, insieme ad ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, ed Enea – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, e in partnership con Ordine degli Ingegneri di Napoli, Materias e SellaLab. Per inviare le proposte c’è tempo fino al 25 Febbraio, possono candidarsi sul sito di Innovation Village innovatori, professionisti, maker, ricercatori, associazioni e fondazioni, piccole e medie imprese, startup e spinoff.

I progetti saranno valutati da una giuria composta da esperti nominati da Innovation Village.

  • I migliori avranno diritto a premi in denaro 5.000 euro al primo classificato e 2.000 euro al secondo.
  • Previsto un premio speciale offerto da Materias di 3.000 euro per tecnologie innovative nei settori dei materiali avanzati con programma di accelerazione di 3 mesi e servizi specialistici per la crescita e valorizzazione della tecnologia;
  • e un premio speciale dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli riservato a ingegneri under 30, che prevede due voucher per la partecipazione a corsi di formazione e aggiornamento organizzati dall’Ordine.
  • Prevista inoltre una menzione speciale SellaLab per i progetti di impresa a carattere innovativo con in palio una postazione di co-working per 3 mesi in una delle sedi italiane del SellaLab.

La cerimonia di premiazione si terrà giovedì 26 Marzo al Museo Nazionale di Pietrarsa, nel corso dell’evento di apertura di Innovation Village 2020. I primi 10 progetti classificati avranno la possibilità di esporre prototipi o materiali all’interno dell’area dedicata al premio e saranno inseriti nel Catalogo delle innovazioni pubblicato sul sito della manifestazione. Il catalogo raccoglie già i migliori progetti della prima edizione di Innovation Village Award e vuole contribuire alla diffusione dell’innovazione in termini di sviluppo sostenibile. I progetti sono catalogati in schede che possono essere consultate singolarmente, e che contengono una sintesi introduttiva, la presentazione e un video illustrativo.

Online l’ecosistema digitale per la cultura della Campania

Pubblicazione in tempi record per la pubblicazione di una versione aggiornata – in progress – dell’Ecosistema digitale per la cultura della Campania, per consentire ai cittadini di poter già fruire di contenuti culturali “restando a casa”.

L’Ecosistema digitale per la cultura è la piattaforma concepita dalla Regione Campania che fornisce informazioni, tour virtuali, schede catalografiche, esperienze immersive ed altri servizi multimediali legati alle attività ed ai beni culturali presenti sul territorio regionale. Un luogo virtuale attraverso il quale è possibile accedere alla rappresentazione digitale del patrimonio custodito da alcuni enti pubblici e privati,  come documenti d’archivio, libri antichi e moderni, monumenti, opere d’arte, scavi archeologici, risorse culturali del cinema, della musica e dello spettacolo rese fruibili in ambiente digitale.

Il portale Cultura Campania, raggiungibile al link cultura.regione.campania.it, anche attraverso il sito istituzionale della regione, è un hub attraverso il quale si accede alle sezioni e i servizi previsti. Oggi è possibile navigare on line sul territorio regionale attraverso esperienze immersive, voli da drone, ricostruzioni 3D e tour virtuali che mostrano, in una modalità innovativa, i luoghi e i beni culturali che ne fanno parte. Inoltre, sono stati selezionati dei percorsi di approfondimento tematico con collezioni che permettono a tutti gli utenti, già in questa fase, di esplorare schede di dettaglio relative ad una parte del patrimonio storico-artistico, architettonico e archeologico della Campania. In più, una mappa rende disponibili e consultabili informazioni catalografiche geolocalizzate.

Nell’ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania possono essere caricati materiali già digitalizzati secondo gli standard nazionali emanati dagli Istituti centrali del MIBACT e/o con determinate caratteristiche tecnologiche. E’ possibile chiedere informazioni e fare proposte inviando una mail a culturadigitale@regione.campania.it